Metri campione 
 

   Questo bell'esemplare di metro campione in ottone reca inciso
Métre,Dilatation du métal pour un degré centigrade 0m000019129,
e a sinistra   la firma  Gambey à Paris, rispondente a Henri Prudence Gambey (1789-1847), uno dei più abili e famosi costruttori francesi di strumenti di precisione della prima metà dell'Ottocento.
Il regolo presenta tacche al cm e,  per i primi dieci cm a sinistra, al mm.
La custodia di legno riporta al suo interno un certificato di conformità con le seguenti informazioni:

"Renseignements relatifs au mètre de platine et au mètre de laiton dont l'identité, avec le mètre ci-joint, e été constatée par procès-verbal. La comparaison du mètre type de laiton avec le mètre en platine, établi confermément à la loi du 7Abril 1795 (18 Germinal an 3), ayant été effectuée à la température de la glace fondante, point de départ amis pour la détermination du mètre, ces deux mesures ont été reconnues identiques à cette température. Le mètre de laiton ci-joint portant l'indication de sa dilatation linéaire pour un degré du thermomètre centigrade, sa longueur vraie peut ainsi etre constatée à toute température".

    Il metro campione è riportato nella sezione I del Registro Inventariale del Regio Istituto Fisico con il numero 2, proveniente  dalle collezioni dell'antico Teatro Fisico della Sapienza.


H.P. Gambey, Parigi
Teatro Fisico della Sapienza, Roma
1820 ca.



    In una custodia in  legno sono conservate tre barre in ottone, due delle quali argentate, di un metro di lunghezza con divisioni al mm. L'ultima tacca della scala, da entrambe le estremità, è divisa in cinque parti.
Le barre venivano impiegate per tarare altri metri, con l'impiego eventuale di un comparatore di lunghezzee di una macchina a dividere.
I tre metri campione provengono dalla collezione Volpicelli  e sono registrati nella sezione I del Registro Inventariale del Regio Istituto Fisico con il numero 2.

    Nel Museo è conservato un altro metro campione, di ottone, con la parte centrale in lega argentata, in custodia di legno. Su un bordo del metro figura la stampigliatura "NAK 1887"; il campione è registrato con il numero I-2 ter nel Registro Inventariale del Regio Istituto Fisico. Un altro esemplare, privo di segni di riconoscimento, riporta il numero I-2 bis. 

(M. Grazia Ianniello)

H.P. Gambey, Parigi
Teatro Fisico della Sapienza, Roma
1820 ca.
Dimensioni della custodia 124x21x2,5 cm