Testata Mostra Libro antico








– – – Letture – – –


Antonio Vallisneri, Istoria della generazione dell’uomo, e degli animali, Venezia, 1721

[…] ma finalmente con incomparabile allegrezza vidimo questo tanto decantato, e ameno spettacolo, e lo ammirammo. Guizzavano vispi, e snelli, partendosi da un canto, e andando dall’altro, flagellavano l’onda di quella linfa seminale con la coda, nella maniera appunto, che fanno i Girini le acque, dentro le quali nuotano. […] Avevano veramente una giusta figura di verme, solcavano l’onde, come i vermi, e come i vermi delle zanzare acquatiche, o di altri simili animalucci, ora s’alzavano, ora s’abbassavano, ora si ruotavano in giro, divincolandosi per ogni verso, contorcendosi a mo’ di Serpenti, e con un’incredibile vispezza, a loro piacere, per ogni parte voltandosi. Contento oltra modo, e di stupore pieno non poteva staccare l’occhio alla vista di così bello, e disiderato spettacolo, divisai con attenzione attentissima ogni loro movimento, e fattezza, e gli riconobbi, e gli giudicai senza dubitamento alcuni per veri verissimi, arciverissimi vermi.


Come all’industrioso Agricoltore non basta il seminare ne’ coltivati campi le Sementi migliori; ma gli è d’uopo sbarbicare le Ortiche, i Lapazi, i Triboli, le Spina, e le altre inimiche, e mal nate piante, acciocché le utili appena nascenti non opprimano, o nate ancor tenere non affoghino, così a noi, credo, non basti, l’aver esposte le più scelte Dottrine, se le ortiche, spinose, o frondose, fino dalle loro ultime loro fibre non si strappino, e non si gettino.