Testata Mostra Libro antico








– – – Letture – – –

Giambattista Brocchi, Dello stato fisico del suolo di Roma, Stamperia De Romanis, 1820

PARTE PRIMA - PARTE SECONDA

Non posso in questa occasione tacere che mi fu da taluno narrato essersi trovate conchiglie marine sulla falda del Pincio allorché fu scavato il terreno lungo il clivo del pubblico passeggio. Mi furono mostrati eziandìo alcuni di que’ nicchi i quali appartenevano al Murex cornutus, allo Strombus fasciatus ed al Coni Mercati di cui ho parlato nella mia Conchigliologia fossile. Il relatore non fu in grado di darmi veruna notizia intorno alla giacitura loro ed alla qualità del suolo in cui furono rinvenuti, se non che da tal altro che diceva aver assistito a quell’opera fui ragguagliato che erano fra rovine di antiche fabbriche. Trista cosa è il dover ragionare su relazioni di uomini inesperti […] Finché dunque non sia meglio dilucidata la cosa da ulteriori e più esatte osservazioni non posso trarre veruna conseguenza da quella scoperta, né attestarne l’autenticità. Soggiungerò peraltro che siccome il luogo ove dicevasi di avere rinvenuto que’ fossili è prossimo al convento della Trinità de’ Monti non sarebbe improbabile che avessero appartenuto a taluno di que’ cenobiti dilettante di simili curiosità e che dopo la morte sua fossero stati gettati come cose disutili: destino non insolito delle raccolte de’ naturalisti quando sia che giungano in mano degli eredi.