Modulistica docenti

Commissioni esami di profitto

  • Le Commissioni per gli esami di profitto devono essere formate da almeno due membri e devono essere presiedute dal docente responsabile dell'insegnamento, al quale spetta la funzione di sorveglianza e di attestazione dei risultati degli esami.
  • Possono essere membri della Commissione cultori della materia designati dal CAD: per ulteriori informazioni consultare la pagina collegata.
  • Le Commissioni vengono nominate dal CAD all'inizio di ciascun anno accademico, oppure la nomina puo' essere delegata dal Consiglio al suo presidente: in caso di urgenza il Preside di Facolta' puo' provvedere alla nomina delle stesse. ( Regolamento Didattico di Ateneo D.R. 000547, art. 24).
  • Il modulo deve essere consegnato presso l'Ufficio del Consiglio di Area Didattica.

Modulo per la proposta di commissione degli esami di profitto

Cultori della materia
Criteri per la designazione dei cultori della materia

  • Possono essere designati cultori della materia i ricercatori dipendenti di altri Enti, i borsisti post-doc e figure analoghe che abbiano conseguito il titolo di dottore di ricerca. In ogni caso i cultori devono svolgere attivita' di ricerca documentata nel settore per il quale sono designati.
  • La designazione avviene con delibera del CAD, previa istruzione da parte di una Commissione, costituita dal docente proponente e da un membro designato dal CAD, che esaminera' il curriculum dei candidati al fine di verificare la sussistenza delle condizioni precedenti, presentando una relazione di cui viene fornito di seguito uno schema di massima. (Delibera del CCL del 11.10.1995)
  • La designazione non deve essere reiterata per ogni anno accademico.
  • In proposito il Senato Accademico ha deliberato (seduta del 15.9.1995) che "per la partecipazione in qualita' di membro alle Commissioni di esame e' necessario il conseguimento della laurea da almeno tre anni. ... nel caso di richiesta di attestazioni stabilisce che non si puo' usare la dizione "cultore della materia" in quanto non costituisce una qualifica, mentre e' possibile attestare la partecipazione del richiedente quale membro alle Commissioni di esame."
  • La relazione (.doc) compilata e firmata deve essere consegnata all'Ufficio del Consiglio di Area Didattica, unitamente ad un CV dei candidati e ad un elenco delle principali pubblicazioni.
  • Il CAD in data 02/04/2014 ha parzialmente modificato tali criteri con la seguente delibera: "Il CAD delibera che l'affidamento, da parte del CAD medesimo o del Dipartimento di competenza, di corsi o di didattica integrativa, determini le condizioni per cui il personale affidatario debba essere considerato "cultore della materia" nel SSD e per il corso di laurea in cui svolge tale didattica, anche senza la presenza di titolo di dottorato di ricerca. In questi casi il riconoscimento della qualifica di "cultore della materia", allo scopo ad esempio della partecipazione alle commissioni di profitto e di laurea, è automatica e non richiede una ulteriore delibera esplicita. Sono esclusi dalla partecipazione alle commissioni di profitto e di laurea gli assegnisti di ricerca e i dottorandi.