Petizione - Ricerca Italiana

Thursday, 11 February, 2016

Il nostro appello è arrivato in Parlamento
Siamo vicini alle 75.000 firme!!! (dato aggiornato al 5 giugno 2016)
Firma la petizione su change.org
La petizione è stata lanciata da 69 scienziati tra cui Giorgio Parisi, Giovanni Ciccotti, Duccio Fanelli, Vincenzo Fiorenti e Stefano Russo diretta alla Commissione Europea e al Governo Italiano, che fa seguito ad una lettera apparsa recentemente su Nature.

L'Italia investe pochissimo in ricerca. Gli scienziati invitano l'Unione Europea a fare pressione sul Governo Italiano perché finanzi adeguatamente la ricerca in Italia e porti i fondi per la ricerca a un livello superiore a quello della pura sussistenza.

Firmiamo e facciamo firmare !

Per aderire all'iniziativa clicca qui

3 maggio
Nel programma nazionale della ricerca c'è un buco di un miliardo ........
Giorgio Parisi analizza il nuovo programma di governo sulla ricerca italiana > leggi articolo

11 aprile
Altan è con noi
Il mitico disegnatore ci ha regalato una vignetta (qui a lato) sperando che possa essere utile alla causa.

24 marzo
Pubblicato l'intervento di Piero Angela in Aula Amaldi del 25 febbraio.
Guarda il video

17 marzo
Siamo stati bravissimi, il nostro appello è arrivato in Parlamento e siamo quasi a 66.000 firme. Se solo uno su due dei firmatari riesce a trovarne uno nuovo arriviamo a 100.000 firme. È facile, ce la possiamo fare!
DIAMOCI DA FARE, più siamo, più le nostre richieste saranno tenute in conto!!! PS Non c'entra niente con l'appello, ma in questi giorni la Società Americana di Fisica mi ha consegnato il premio Lars Onsager per la Meccanica Statistica.
La scienza italiana ancora ha un forte peso sulla scena internazionale, ma se la politica del governo non cambia, diventerà presto un glorioso passato! Gli altri vincitori erano Riccardo Zecchina di Torino e Marc Mezard che ha passato due anni di formazione a Roma.

7 marzo
Siete stati meravigliosi!!! Siamo arrivati a quasi 60.000 firme. Dobbiamo però raggiungere le 100.000, altrimenti siamo dei baccalà come Capitano Uncino (1:20). È facile: basta che ciascuno di noi trovi un'altra firma! Forza!!! Diamoci da fare e facciamo vedere chi siamo!!!
Giorgio Parisi

18 febbraio 2016
La situazione della ricerca italiana sta diventando sempre più drammatica. Negli ultimi anni abbiamo avuto un enorme taglio ai fondi. E in un mondo dominato dall’economia della conoscenza, un Paese che non investe in ricerca, sviluppo e cultura non ha futuro. Per questo motivo invito tutti a continuare a diffondere questa petizione. In ballo c'è il nostro e il vostro futuro! Grazie!
Giorgio Paris
i

17 febbraio 2016 - Giorgio Parisi su Radio Radicale
a cura di Michele Lembo
> ascolta l'intervista

Al 16 febbraio 2016 - Raccolte oltre 25.000 firme
Ci siamo scatenati
Siete grandi, oggi abbiamo passato le 25.000 firme e in serata passeremo le 35.000 mila! Se continuiamo così a diffondere la petizione arriveremo alle 100.000 firme. Facciamo vedere a tutti che la ricerca non è l'ultimo dei pensieri degli Italiani!
Giorgio Parisi