Localizzazione dei volumi
schema di classificazione e localizzazione dei volumi
I volumi della biblioteca sono raccolti in una sala a scaffale aperto ed organizzati per argomento secondo uno schema classificatorio per macro discipline (CDU PERSICO).

La classificazione utilizzata è stata sviluppata sullo schema della CDU (Classificazione Decimale Universale) nella edizione speciale per la Scienza e la Tecnologia (FID 351, 1964) a cui il prof. E. Persico ha aggiunto nel tempo alcune notazioni.
Tutte le collocazioni CDU Persico, con cui i libri sono individuati sugli scaffali, sono affiancate da un altro codice presente sia nel libro che nel record bibliografico in OPAC, costruito con la CDD (Classificazione Decimale Dewey, 19.ed. e successive adottata a livello internazione in tutte le biblioteche pubbliche).

Entrambe le classificazioni sono rappresentate da un codice numerico, con andamento decimale, a cui corrisponde un equivalente verbale che esprime l'argomento a cui il codice fa riferimento. Tutte le discipline sono rappresentate in 10 grandi categorie (da 0 a 9) ed ogni cifra che si aggiunge a tali numeri principali individua delle sotto categorie.
La classificazione CDU Persico serve sia per la localizzazione fisica dei volumi che per la ricerca bibliografica per argomento sul catalogo elettronico della biblioteca, mentre la CDD serve esclusivamente per la ricerca bibliografica per argomento sul catalogo elettronico della biblioteca e su quello collettivo della Sapienza.

L'elenco presenta le materie principali con cui è stata organizzata la raccolta dei volumi, la piantina mostra la localizzazione fisica dei volumi nella sala. Elenco
piantina