_______________________________

1) Lettera di Fermi ad Amaldi del 15 agosto 1944 (Archivio Amaldi, posizione 1E/5). E' la prima lettera scritta da Fermi (impegnato nel progetto Manhattan)  all'amico dopo la liberazione di Roma (4 giugno 1944). In essa Fermi scrive: 
"Certo il fascismo è caduto in una maniera così misera che non mi par possibile che abbia lasciato alcun rimpianto. Ho occasione di vedere ogni tanto Emilio [Segré], Bruno Pontecorvo e Bruno Rossi. Stanno tutti bene di spirito e di corpo. La piega degli avvenimenti sembra tale da giustificare la speranza che forse la fine della guerra non sia più molto lontana."