Università di Roma "La Sapienza" - Dipartimento di Fisica
GLI OBIETTIVI FORMATIVI

delle lauree specialistiche sono enunciati nei rispettivi Regolamenti didattici e sono:

Per il corso di Laurea specialistica in Fisica:

Gli obiettivi formativi della Laurea specialistica in Fisica sono coerenti con quelli qualificanti della Classe 20/S (Fisica). Essi consistono nellíacquisizione di una approfondita cultura fisico-matematica generale e di una specializzazione in un settore specifico della moderna ricerca in Fisica , consentendo così sia l'inserimento nel mondo del lavoro sia la prosecuzione degli studi per il conseguimento del Dottorato di Ricerca o di Master di secondo livello, oppure nellíambito delle Scuole di Specializzazione per l'Insegnamento, secondo la normativa che sarà in vigore al momento. In particolare a La Sapienza sono attivi tre dottorati di ricerca: in Fisica, in Astronomia e in Scienza dei Materiali.
Ai laureati del corso di laurea specialistica in Fisica si richiede di

  • avere una solida preparazione culturale nella fisica classica e moderna, e una buona padronanza del metodo scientifico di indagine;
  • avere un'approfondita conoscenza delle più avanzate strumentazioni di misura e delle tecniche di analisi dei dati;
  • possedere un forte bagaglio matematico, adeguato alla comprensione degli argomenti avanzati di Fisica trattati nei corsi della laurea specialistica
  • avere un'approfondita conoscenza degli strumenti informatici di supporto;
  • avere un'elevata preparazione scientifica ed operativa nelle discipline specifiche che caratterizzano il curriculum prescelto;
  • essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
  • In conclusione, gli obiettivi formativi essenziali sono
  • essere in grado di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture;
  • essere in grado di utilizzare le conoscenze specifiche acquisite per la modellizzazione di sistemi complessi anche in settori diversi da quelli tradizionali della Fisica.
Gli obiettivi formativi specialistici sono specifici al curriculum prescelto fra quelli che saranno attuati, collegati alle attività di ricerca scientifica in atto nel Dipartimento, consentendo così una aggiornata e adeguata formazione nelle corrispondenti discipline. Tali curricula trovano precisa definizione nei regolamenti didattici del corso di studio.

 

Per il corso di Laurea specialistica in
Astronomia ed Astrofisica
:

Gli obiettivi formativi della Laurea specialistica in Astronomia e Astrofisica sono coerenti con quelli qualificanti della Classe 66/S (Scienze dellíUniverso).

Più precisamente, i laureati del Corso di Laurea Specialistica in Astronomia e Astrofisica si caratterizzano per il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi:

  • l'approfondita conoscenza dell'astronomia e astrofisica moderne, con ampie capacità scientifiche e operative, osservative e teoriche, nelle tematiche caratterizzanti la Classe;
  • la competenza avanzata nelle moderne strumentazioni e tecniche osservative, nonché sulle relative procedure di raccolta e di analisi dati e di elaborazione di modelli; il raggiungimento di questi requisiti li mette in grado di operare con grande autonomia, anche assumendo piena responsabilità di progetti e di strutture scientifici e tecnologici a livello nazionale e internazionale;
  • il raggiungimento di una sicura padronanza del metodo scientifico di indagine, basata su una solida cultura di base nella fisica classica e moderna e la necessaria e approfondita conoscenza ed esperienza di utilizzazione di metodologie matematiche e strumenti informatici di supporto;
  • la capacità di utilizzare fluentemente almeno una lingua straniera e la conoscenza del lessico scientifico-tecnico specifico.

Questi studi devono permettere al laureato specialista di avere una preparazione adeguata per un eventuale proseguimento degli studi in Dottorati di Ricerca o presso corsi di Master e di Scuole di Specializzazione per l'insegnamento (secondo la normativa che sarà posta in essere).

L'ordinamento prevede la possibilità di articolamento in curricula la cui precisa definizione ed attivazione sono demandati al regolamento didattico del corso di studio e al Manifesto degli studi.