E. Fermi - Corso di Fisica Teorica a.a.1927-1928 back>

Nel 1927-28 Fermi ha tra gli allievi del corso Edoardo Amaldi, Emilio Segrè e Ettore Majorana.
Nel Libretto delle lezioni dell’a.a. 1927-28 sono registrate sessantacinque lezioni, per circa un terzo dedicate alla fisica classica.
Esse possono essere agevolmente ripartite in sei gruppi: la teoria cinetica dei gas e gli elementi della meccanica statistica (lezioni dalla n. 1 alla n. 9), l’elettromagnetismo (nn. 10-19), le premesse al modello di Bohr e i quanti di luce (nn. 20-27), la teoria di Bohr (nn. 28-47), gli spettri degli atomi con uno, due o tre elettroni di valenza (nn. 48-59) e un riepilogo del corso (nn. 60-65).
Non sono noti dispense o appunti, ma le lezioni corrispondono ai primi sei capitoli del manuale Introduzione alla fisica atomica, pubblicato da Fermi nel settembre del 1928.
Alle lezioni ufficiali, Fermi affianca seminari pomeridiani di approfondimento, nei quali illustra la teoria di Schroedinger a un uditorio ristretto.